Come sentirsi più felici

22/06/2018

Lo ha ripetuto più volte Papa Francesco nel corso della giornata del volontariato: “Donare fa sentire più felici”. Lo sanno bene anche i nostri volontari che dagli anni Ottanta dedicano parte del loro tempo libero a sostenere le varie attività del’Associazione “Amici”. E pure i donatori che come ogni anno decideranno di donare il loro sangue in questi mesi, incuranti delle difficoltà legate soprattutto alla calura estiva, agli spazi angusti, alla riduzione inevitabile del personale, eccetera, eccetera. A tutti loro l’Associazione dedica la scritta del braccialetto che verrà donato durante l’estate 2018 a tutti i donatori.
Essere generosi accende i neuroni della felicità: anche la scienza lo ha confermato con uno studio pubblicato lo scorso anno sulla rivista Nature Communications. Alcuni ricercatori dell'Università di Lubecca, in collaborazione con l'Università di Zurigo e la Northwestern University di Chicago, servendosi della risonanza magnetica funzionale hanno monitorato i cambiamenti cerebrali osservati in volontari sottoposti a un test psicologico che induceva a pensare in maniera generosa ed hanno dimostrato una maggiore attività in corrispondenza di un'area del cervello associata alla percezione della felicità.
Ma che cosa è la felicità? Come si può essere felici? Tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo fatti queste domande. Trovare la risposta non è facile. Ad aiutarci è Daniele Palmieri filosofo, scrittore e nostro donatore che ha intrattenuto volontari e donatori proprio sul tema “Alla ricerca della felicità” nella giornata mondiale del donatore di sangue. Una sintesi del suo pensiero nella videointervista condotta da Lisa Giupponi. A seguire un breve report della giornata dedicata ai donatori.
 
Anna Parravicini
Direttore Scientifico

Top