Chiare, fresche, dolci acque…

22/06/2018

Sembra che in Lombardia ci siano 29 fiumi e 52 laghi. Sono acque che scorrono in paesaggi di grande varietà: dalle coste del Garda, con le colline coperte di vigneti e uliveti, al profilo montuoso del Lago di Como, dagli angoli da giungla in cui si incuneano le rapide dell’Adda fino al Parco del Ticino e ai canyon del Trebbia.
Ognuno di questi luoghi ha una bellezza che ricorda altre bellezze: Lungo il Trebbia si troverebbe “la Sardegna in Appennino”, della spiaggia “Coston Beach”, sul Serio, al ponte del Costone di Casnigo, si scrive: “Sardegna? No, è Coston Beach!” e la Val di Mello, in provincia di Sondrio, è “La piccola Yosemite italiana”.
A un’ora e mezza da Milano le possibilità di trovare acque fresche e pulite e belle spiagge sono molte.
Chi è disposto a fare un viaggio di due ore può arrivare in Val Verzasca, in Svizzera, dove scorre “il fiume più trasparente del mondo”. Basterà guardare la foto emblematica del Canton Ticino, quella con il Ponte dei Salti di Lavertezzo, per farsene un’idea. Dalla diga si può anche fare l’esperienza del Goldeneye Bungee Jumping, cosiddetto perché qui, sul Lago di Vogorno, sono state girate alcune scene del film di James Bond con Pierce Brosnan.
Chi non ama gli azzardi adrenalinici può dedicarsi a una nuotata, un tuffo o un’esplorazione subacquea nelle acque color smeraldo. (Seguendo le misure di sicurezza indicate, perché il fiume può essere ingannevole!)
In un’ora e mezzo circa, invece, si può andare alla scoperta della Valtrebbia.
Si segue l’autostrada fino a Piacenza Sud, si prende la tangenziale Sud e si esce per Bobbio.
Da Rivergaro inizia il percorso lungo il Trebbia. Il paese ha una bella passeggiata attrezzata lungofiume, nel verde, adatta anche ai bambini.
Si raggiunge Bobbio, uno dei Borghi più belli d’Italia, legato al monaco San Colombano, che arrivò qui dall’Irlanda nel 614. Nel X e XI secolo Bobbio fu il maggiore centro culturale dell’Italia settentrionale.
Superato Bobbio, sono molte le possibilità di trovare una spiaggia per prendere il sole e rinfrescarsi, anche se parcheggiare l’auto non è sempre facile, perché la zona è molto frequentata d’estate.
In località San Salvatore il Trebbia scorre sinuoso. C’è proprio la Spiaggia dei Meandri.
Proseguendo lungo la strada verso Genova, dopo pochi chilometri appare una chiesetta a picco sul fiume. Verrà da dire: guarda lì! Ma come si arriva?
Lo si scoprirà subito, seguendo l’indicazione “Brugnello”. Si sale per una strada stretta, ma facilmente percorribile. Dopo due chilometri si arriva in questo borgo minuscolo. Un pugno di case di pietra, con le imposte e le porte in legno intagliate con motivi floreali. Decorate sono anche le pietre della pavimentazione del paese, che è una festa di gerani, lavanda, surfinie.
In pochi passi si arriva alla chiesetta. Le gira intorno un belvedere che, dall’alto dei suoi 464 m, si affaccia su un verdissimo canyon formato dal Trebbia. La vista è davvero splendida.
A detta di uno di loro, sembra che gli abitanti fissi di Brugnello siano cinque, ma certamente i turisti sono molti. C’è un’unica locanda, dove vengono serviti piatti tipici del territorio sotto un piacevolissimo pergolato.
Un posto dove si sta bene, e non si sente la necessità di paragonarlo ad altre bellezze italiche. Brugnello ha una bellezza unica. Vale la pena arrivare fin quassù per scoprirlo.

di Erica Zane
 
Info
 
Valle Verzasca www.ascona-locarno.com/it/Esplora/Valle-Verzasca.html
Valtrebbia www.100kmdamilano.it/la-val-trebbia-spiagge-turchesi-tra-boschi-e-canyon

Bobbio www.comune.bobbio.pc.it

Brugnello
Dove mangiare
Ristorante Rocca Rosa (meglio prenotare)
Tel. 0523.934.500  www.rocca-rosa.it

Top